Il Corso Ha-Tha Yoga & Meditazione

Dallo yoga della tradizione, fortifichiamo il corpo e la mente con le sequenze di asana, lavoriamo sul respiro e l’energia attraverso pranayama, Kriya, Bandhas e Mudra.

Ritroviamo l’ascolto attraverso il rilassamento integrato al conrollo del pensiero e sfociando nella meditazione.

Il lavoro si focalizza sulla flessibilità del corpo in particolar modo della colonna vertebrale, così d’accrescere vitalità e benessere psico-fisico.

I supporti usati nella pratica ci permettono di migliorare la postura in persone particolarmente rigide. Pratica ideale sia per gli sportivi, che per i lavoratori sedentari o per chi passa le giornate in piedi o alla guida. L’ascolto e il rilascio sono quasi sempre momenti mancanti nel tipo di vita di oggi.

Dopo un’ora di pratica la parte di meditazione ti porterà a sperimentare gli innumerevoli benefici fisici, mentali e spirituali della calma interiore, giunti a noi da gli insegnamenti dei Grandi Maestri.


Perché Ha-Tha Yoga con Marina Giusti Naturopata?

Le tecniche di Hatha Yoga ed i principi di naturopatia classica si incontrano e trovano nuova applicazione.

Le asana, i pranayama e i rilassamenti sono stati strutturati in precise sequenze collegate tra loro in maniera logico-progressiva per portare il maggior benessere al corpo e alla mente, mentre dalla naturopatia è stato fatto proprio il concetto che la struttura (del corpo e di ogni parte di esso) regola la funzione (che svolge) e viceversa.

Cosa vuol dire tutto questo?

L’Hatha Yoga, nell’ambito della filosofica indiana, è la scienza del corpo che include tutta una serie di posture fisiche, di esercizi respiratori e momenti di rilassamento guidato, che agiscono sul corpo fisico, emotivo e mentale. La naturopatia è una disciplina che si basa sull’idea che lo stile di vita mantenga il corpo sano e pertanto che la malattia non possa svilupparsi.

Secondo la naturopatia se tutte le strutture del corpo sono nel loro stato naturale di assetto fisiologico ottimale, le funzioni a cui queste sono adibite saranno perfettamente in grado di supportare le necessità di auto rigenerazione (e guarigione) del corpo. Allo stesso tempo il collegamento ha valore anche partendo dalle funzioni, perché se queste sono svolte al meglio le strutture del corpo saranno automaticamente messe nelle condizioni più proficue.

Tutto questo dove ci porta?

Un corpo, in cui le strutture (scheletrica, muscolare, nervosa, ecc.) e le loro funzioni sono conosciute e riportate alla loro naturale funzionalità grazie all’applicazione delle tecniche fisiche, respiratorie e mentali dell’Hatha Yoga sarà un corpo che si mantiene sano nel tempo. In particolare un corpo che pratica Ha-tha Yoga con Marina, ove le tecniche classiche dello yoga sono integrate alle conoscenze delle catene muscolari permettendo alla pratica delle asana un diverso utilizzo dei Bandhas, all’insegna della consapevolezza.

E’ giunta l’ora di permettere al tempio della tua anima, il tuo corpo, di riappropriarsi della piena coscienza di sé e delle sue potenzialità.

Nei corsi di Marina troverai sequenze Yoga in grado di abbracciare il benessere di mente-corpo-spirito a 360 gradi. Grazie agli approfondimenti sulla storia e la filosofia dello Yoga tradizionale.

Dettagliate spiegazioni e accurata supervisione nella pratica ti porteranno a beneficiare immensamente delle asana e dei pranayama.

Agli spunti ed ai chiarimenti sul funzionamento del corpo, della colonna vertebrale, del sistema nervoso e degli organi da questo governati, troverai tanti continui suggerimenti e la motivazione per cambiare in meglio le abitudini quotidiane: la pratica si arricchierà pertanto di vere e proprie lezioni di mental coaching.

Un po’ di storia: le vie dello Yoga

Nella millenaria evoluzione spirituale dell’India si sono sviluppate molte vie differenti nello Yoga, perseguendo come scopo: l’unione (Yoga) dello spirito individuale (Atman) con lo spirito assoluto (Brahman), del soggetto e dell’oggetto. Questa unione libera lo spirito da ogni senso di separazione, dall’illusione del tempo, dello spazio e della casualità.

Patanjali, geniale sistematizzatore dello Yoga, autore degli Yoga Sutra (aforismi sullo Yoga), ci dice che “lo Yoga è l’arresto (nirodha) del movimento ordinario della mente (citta vritti)”. Cioè la nostra natura ultima e vera è l’unità, che è già presente qui ed ora, ma è coperta dai movimenti della mente e dalle sue strutture di superficie e profonde (io, inconscio) e dalle loro modalità traduttive del reale (pensiero discorsivo e simbolico).

Le principali vie dello Yoga sono:

  • Bhakti Yoga, la via della Devozione, percorsa dalla persona ispirata dal sentimento che vuole trovare il Sé supremo attraverso l’amore incondizionato e la preghiera.
  • Jnana Yoga, lo Yoga della conoscenza, la via scelta dall’intellettuale che arriva a fondersi con il divino tramite lo studio degli scritti sacri, la speculazione filosofica e la meditazione.
  • Karma Yoga, la via dell’Azione senza frutto, quella di chi realizza l’Assoluto coltivando il non-attaccamento nei riguardi dei frutti delle proprie azioni di vita, e quindi l’azione incondizionata.
  • Hatha Yoga, si fonda sulla pratica di asana (posture del corpo) e pranayama (armonizzazione dell’energie vitale attraverso il respiro).

Hatha Yoga, la via diffusa in occidente, si fonda sulla pratica di posture del corpo (dette Asana) e di esercizi di Pranayama (armonizzazione dell’energia vitale che scorre con il respiro).

Hatha significa “forza”, ma esprime anche la polarità dell’essere umano: “ha” significa infatti “sole”, “calore” o “terra”, mentre “tha” significa “luna”, ”freddo” o “cielo”.

Il senso degli esercizi di Hatha Yoga è quindi quello di armonizzare le forze opposte dentro di noi. Il testo classico dello Hatha Yoga è lo Hatha Yoga Pradipika (1400 d.C. circa), che descrive le varie Asana e i diversi Pranayama.