Eczema o dermatite atopica nei neonati e nei bambini. Perché non  prendere in considerazione alternative naturali?

L'eczema (o dermatite atopica) è una patologia della pelle triplicata nei paesi industrializzati negli ultimi tre decenni, che può manifestarsi sul viso, dietro alle ginocchia, nei polsi, sulle mani o sui piedi. Quasi sempre è accompagnata da prurito. Spesso l'area interessata appare arrossata, infiammata e può arrivare ad infettarsi. Anche se non se ne conoscono esattamente le cause,  assistiamo ad un  continuo aumento dei casi di malattie allergiche (atopiche),  di pari passo alla diminuzione  delle malattie infettive (nelle società occidentali). 

Le ricerche dimostrano come l'eczema abbia una chiara componente genetica, dato che bambini con genitori che hanno entrambi l'eczema, l'asma o la febbre da fieno, hanno più possibilità di sviluppare condizioni atopiche/allergiche.

Con questo articolo vorrei darvi la mia visione, maturata in  anni di approccio al rinforzo del "terreno" individuale, anziché alla rimozione del sintomo (ambito medico non di mia competenza). Un approccio che tiene conto dell'impatto dello stile di vita (fenotipia), rispetto le individuali  predisposizioni genetiche (genotipia).

Premesso che la Naturopatia si impegna a trattare le cause della malattia e non i sintomi, prima di valutarne le opzioni cosiddette "alternative",  vorrei fare una breve panoramica delle proposte offerte dalla nostra medicina occidentale. Tali opzioni di trattamento sono limitate e, alcune di queste, riportano effetti collaterali. Le due principali opzioni sono la terapia emolliente - creme idratanti - e pomate di steroidi topici, che sopprimono la risposta immunitaria della pelle. Gli steroidi topici sono i più utilizzati ed in casi con sintomi gravi, trovo il loro uso giustificato.  

Cause scatenanti l'eczema

Ansia e stress, climi aridi, agenti irritanti, allergeni e infezioni sono tutte cause scatenanti dell'eczema. Le allergie alimentari e l'introduzione prematura del cibo sono grandi responsabili. Il 35-40% dei bambini con eczema ha allergie alimentari. Le uova costituiscono l'allergene più comune, insieme a latte, arachidi, soia, grano, pesce, crostacei, noci e agrumi - tutti insieme costituiscono il 90% delle allergie alimentari dei bambini con eczema.

Quando va via?

Circa il 50% dei bambini non dovrà più preoccuparsi dell'eczema a partire dai 2 anni e l'80% a partire dai 5 anni. Ma non esiste una "cura" per l'eczema, eccetto ridurre gli episodi e controllare la malattia con lo stile di vita.

Prevenzione

La prevenzione è la più grande arma a disposizione!!! I bambini nascono per essere allattati. Il latte materno contiene centinaia di sostante non contenute nel latte in polvere e vitali per il normale sviluppo e attività del sistema immunitario del bambino. Il latte materno contiene acido gamma-linolenico, particolarmente importante per i bambini in famiglie con problemi di eczema. Test recenti hanno scoperto che i bambini allattati al seno hanno ridotto o ritardato l'insorgenza di malattie atopiche come eczema, allergie e asma, concludendo che l'eczema tende a presentarsi maggiormente nei bambini allattati con il biberon.  

Ipotesi dell'igiene

Una interessante ricerca ha mostrato che i bambini con scarsa igiene hanno un minore rischio di sviluppare l'eczema, cosÏ come i bambini che bevono latte non pastorizzato (quello di mamma per intenderci!!!). Queste scoperte sono in linea con la teoria chiamata "Ipotesi dell'Igiene", la quale postula che una mancanza di prematura esposizione ad agenti infettivi, batteri e parassiti durante l'infanzia, aumenti la predisposizione alle malattie allergiche, sopprimendo il naturale sviluppo del sistema immunitario. I nostri ambiente eccessivamente puliti del mondo industrializzato potrebbero ritorcersi contro di noi. Questa teoria deve essere ancora affermata come causa dell'eczema, ma è certamente qualcosa da tenere in considerazione. Così some il tipo di parto. Un parto cesareo aumenterà le possibilità di predisposizioni allergiche\atopiche.

Considerazione Naturopatica dell'Eczema

Nel mondo della medicina alternativa si ritiene che l'eczema ereditario sia collegato a un disturbo del modo in cui il corpo agisce sugli acidi grassi. E' stato individuato, nelle persone con eczema,  un problema con l'enzima chiamato delta-6-desaturase, cruciale per la conversione degli acidi grassi omega-6 in vari altri acidi grassi importanti. Nelle persone che hanno tale predisposizione genetica, l'abuso di alimenti raffinati e grassi saturi può diventarne una causa altamente scatenante. Si ritiene, inoltre, che anche le allergie alimentari giochino un ruolo importante nell'insorgere dell'eczema. Molti studi ipotizzano come probabile cause scatenante l'enorme aumento del consumo di latte di mucca proveniente da allevamenti intensivi e l'incremento dei consumi di liofilizzati e  di uova  provenienti dalle batterie lager degli allevamenti delle galline ovaiole. Uno studio ha mostrato un miglioramento dell' 80% nei bambini che hanno sospeso questi cibi per 4 settimane reintroducendoli molto lentamente e solo di qualità; seguendo  particolari accorgimenti altrimenti la dieta eliminativa, senza un lavoro sull'intestino, resta fine a se stessa e per niente risolutiva.

Trattamenti Naturopatici per l'Eczema

Allergia Alimentare: occorre individuare le eventuali allergie alimentari e rivedere un piano alimentare di riequilibrio del GUT, tessuto intestinale. No alle diete eliminative fai da te; personalmente collaboro con un centro specializzato e con nutrizionisti all'uopo preparati e posso testimoniare apprezzabili risultati.  Questo primo punto è di fondamentale importanza per trattare l'eczema. Raccomando sempre di eseguire questo percorso esclusivamente sotto la supervisione di un nutrizionista, coadiuvato eventualmente da una figura educativa (naturopata), in particolare con i bambini, che hanno bisogno del giusto apporto di vitamine e minerali per una corretta crescita. Per esempio, quando eliminiamo prodotti caseari e uova nelle diete dei bambini senza sapere come compensare i loro nutrienti, si potrebbe compromettere la loro crescita. Allo stesso modo, alcuni bambini con casi gravi di eczema tendono a diventare più allergici al cibo quando viene rimosso dalla dieta e poi reintrodotto senza opportuni accorgimenti; ci sono stati casi di reazioni allergiche particolarmente pericolose. Quindi questo approccio potrebbe non essere sempre sicuro. L'importante è trovare uno specialista qualificato che supervisioni e guidi il cambiamento alimentare.

Spesso le persone con eczema scoprono dai test dell'allergologo gli alimenti IgE. Vi sono poi anche i test di "intolleranza"  che riscontrano gli alimenti IgE. Anche questi test possono rivelarsi utili nella riduzione dei cibi che scatenano l'eczema. Un mio docente della scuola CNM (College of Naturopathic Medicine), il prof.Speciani, ha messo appunto un apposito test in grado di rilevare specifiche citochine pro infiammatorie ed i relativi cibi che ne innescano tali meccanismi.

Acidi Grassi: Come già detto, le valutazioni biochimiche delle persone che soffrono di eczema hanno dimostrato anomalie del metabolismo degli acidi grassi. Un'integrazione con oli come olio di perilla, olio di semi di girasole, olio di semi di lino, olio di borragine, olio di pesce e olio di semi di canapa, ha dimostrato di avere effetti molto positivi nella riduzione dei sintomi dell'eczema. Ognuno ha differenti quantità di acidi grassi essenziali quindi potresti aver bisogno di fare alcune prove prima di trovare quello più adatto. Io spesso uso l'olio di semi di lino insieme a mucillagini e kuzu,  e ho riscontrato ottimi risultati.

Sensibilità al Nickel: Il contatto con il nickel è una nota causa di eczema. L'ingestione di cibi con alto contenuto di nickel o di nickel finito sul cibo dalle pentole di acciaio inossidabile può scatenare l'eczema nelle persone con tale sensibilità. 

Ambiente: Migliorare l'ambiente di casa rimuovendo gli acari della polvere, lavando le lenzuola settimanalmente in acqua calda, evitando la moquette in camera da letto e aggiungendo un umidificatore per contrastare l'aria secca, può aiutare a ridurre i sintomi dell'eczema e diminuire l'insorgenza delle recidive.

Rimedi erboristici: esistono molte erbe utilizzate per supportare del sistema immunitario e per ridurre l'infiammazione. Queste includono la Camomilla e l'Echinacea. Il Centocchio Comune (stellari media) è un'eccellente rimedio rinfrescante per le condizioni di forte infiammazione. L'eczema associato allo stress e all'ansia può trarre beneficio dalle erbe che supportano il sistema nervoso come melissa citronella, camomilla e verbena. L'applicazione topica delle erbe può avere un potente effetto emolliente e può aiutare a risolvere l'infiammazione e l'infezione. In un recente test a doppio cieco è stato riscontrato che il gel di liquirizia offra benefici e il potere antiflogistico della camomilla, sia superiore all'idrocortisone del 0.5%.   Consulta il tuo erborista locale riguardo questi prodotti per vedere se sono indicati per il tuo caso di eczema.  

Bagni: Immergersi in un bagno per 15-20 minuti al giorno aiuta a trattenere l'idratazione. Ma è importante asciugarsi completamente e stendere immediatamente sulla pelle una crema o un unguento emolliente a base naturale, localmente nei punti di maggior irritazione ho verificato ottimi risultati dall'applicazione della pomata Vanda56 della ditta Vanda omeopatici. Dal momento che l'eczema predispone la pelle del tuo bambino ad indebolirsi, questa sarà meno in grado di trattenere l'acqua, causando contrazione e crepe. Spesso consiglio un bagno nella farina d'avena per idratare a fondo la pelle in caso di estremo prurito. Possono essere acquistati pacchetti di farina d'avena da bagno preconfezionati. Per l'eczema umido o infetto, naturalmente oltre a consultare il tuo dottore, per assicurarti che l'infezione sia ben trattata, si ottengono buoni risultati aggiungendo al bagno l’aceto di lavanda e la calendula TM.

L'eczema è in aumento e c'è molto poco che la medicina ufficiale  possa fare per trattarne le cause. Spero che con questo articolo possiate aver ricevuto il giusto input anche per cercare alternative per le quali, peraltro, esistono ricerche che ne mostrano l'efficacia. Perché non  prendere in considerazione alternative naturali?

Queste informazioni sono fornite a mero scopo informativo e non mirano a sostituire i consigli forniti dal tuo medico o professionista della salute. Consulta sempre il tuo medico o professionista della salute prima di prendere medicinali o integratori nutritivi, omeopatici o erboristici e prima di adottare un qualsiasi trattamento per un problema di salute.